Chalk Paint™ VS Vernice fatta in casa


Prima di decidere di diventare rivenditore ufficiale di Chalk Paint™ ho fatto una ricerca per capire bene di cosa si trattasse ed i pareri di chi la utilizzava da tempo e mi sono imbattuta in ricette casalinghe di vario tipo. Ho sempre venduto solo prodotti in cui credevo e che io stessa utilizzo e non potevo fare eccezioni.
Ho deciso dunque di provare a testare la più utilizzata di queste ricette e di compararla con la Chalk Paint™ di Annie Sloan che nel frattempo avevo fatto arrivare dall'Inghilterra.
 Inutile dirvi il risultato, ormai è quasi un anno che importo questa meravigliosa vernice, ne ho vedute diverse migliaia di litri e la mia attività si è arricchita di nuovi lavori, nuovi progetti e nuovi clienti nonchè di una bella dose di divertimento.
Per questo ho deciso di fare questo post, in tante me lo avete chiesto e dunque senza nessuna pretesa vi posto qualche foto delle mie comparazioni. Ecco dunque la mitica Chalk Paint™ a paragone con quella che viene definita erroneamente chalk paint casalinga ma che in realtà della Chalk™ non ha nessuna caratteristica. 
(NELLA MIA PROVA PERSONALE)


La ricetta che ho scelto è quella realizzata con smalto satinato e carbonato di calcio.
Il test è stato fatto su una comune asse di legno grezza.



Il carbonato di calcio va mescolato con dello smalto satinato.
Ho comprato il carbonato di calcio in parafarmacia.


Per lo smalto ne ho utilizzato uno acquistato in un bricocenter.





La parte destra dell'asse è stata dipinta con una mano di pittura casalinga


L'altra parte con la Chalk Paint™ nel colore Pure White



Qui la differenza della densità di entrambi i prodotti senza diluizione


Qui sopra lo smalto




E qui la Chalk™, molto più corposa




Qui entrambe le pennellate, quella in alto è a Chalk™ ma si vedrà meglio la differenza dopo la fase di asciugatura. In basso invece le due parti a confronto ormai asciutte, nella parte sinistra si può notare come la Chalk Paint™ sia molto più spessa, coprente, opaca.




Qui sotto a destra si vede come lo smalto sia meno coprente e leggermente satinato.






In basso le pennellate di prima dopo un'ora, quella più lucida è stata dipinta con lo smalto, lucida e grumosa nella parte lasciata in spessore, opaca e corposa la Chalk™ a destra, dopo una prova di carteggiatura la Chalk è uniforme e ben lavorata mentre lo smalto risulta gommoso e non si carteggia quasi per nulla nella parte dello spessore.


Le mie personalissime conclusioni sono queste:
Lo smalto satinato mescolato al carbonato di calcio è una buona vernice, resistente e con un potere aggrappante leggermente superiore rispetto allo smalto semplice. Non credo abbia alte caratteristiche aggiuntive rispetto allo smalto normale ma bisognerebbe fare un'altra prova. Non è paragonabile alla Chalk™ ma non perchè sia meglio o peggio, semplicemente ha un effetto completamente diverso. Non è gessoso, non è così opaco, non è così coprente nè ha uno spessore altrettanto corposo. La carteggiatura è completamente differente. Non so perchè si chiami "chalk paint" casalinga e non parlo di risvolti legali del copyright del termine ma dell'effetto finale che si ottiene che è francamente completamente diverso e sottolineo diverso non migliore o peggiore.
Per quanto riguarda il risparmio io probabilmente ho comprato nel posto sbagliato, lo smalto mi è costato 14,90 di soli 500 ml e il carbonato 7 euro, dunque la spesa è anche molto più alta della Chalk™ ma qui ripeto molto dipende dal fatto che ho comprato la prima che ho trovato e che il carbonato l'ho dovuto ordinare.
In ultimo i colori. I colori di Annie sono pigmenti puri, luminosissimi e se mescolati tra di loro non diventano fangosi. La gamma è meravigliosa e non riproducibile se non per approssimazione.


Insomma la Chalk™ è un'altra cosa, come già detto una vernice per matti e dunque non può essere che così
... 

(il pannello di prova è disponibile in negozio)








Aggiungo in coda il due trattamenti post Chak™ a confronto, il Laquer che protegge molto bene anche i pavimenti dopo esser stati ridipinti con la Chalk™ e la cera, molto meno lucida anche se leggermente meno protettiva per oggetti di intenso utilizzo.





A sinistra il Laquer e a destra la cera trasparente, dietro la Chalk™ nuda.


POST REALIZZATO COME PROVA PERSONALE, NON SCIENTIFICA E RISERVATO ALLE CLIENTI DI ALL WHITE ID CONCEPT 2002®

nuovo sito

Nessun commento:

Posta un commento